English

Storia

Villa settecentesca nel cuore del Delta del Po

La Tenuta fu costruita agli inizi del 1700 dagli Zen, famiglia di Patrizi Veneziani. In quell'epoca molti erano i Veneziani che venivano a "colonizzare il Delta" coltivando le campagne, costruendo imponenti fabbricati rurali, casini di caccia e così via. Ma l'origine del complesso, risalente già al 1400, è dato dalla Cappella Gentilizia, dedicata al culto della santa Margherita, che si erge su di un Sacello più antico, così come testimoniato da un tabernacolo che si trova all'interno della Cappella, e che riporta la data del 1459.

La Chiesetta ha la facciata rivolta al Fiume, come tutte le Chiese Polesane, è semplice, mistica ed immersa nel verde. Sull'altare si trova ancor oggi un bel gruppo statuario raffigurante la Annunciazione dell Arcangelo Gabriele alla Vergine Maria: le sculture risalgono al 1700 e sono una creazione della Scuola dello scultore Bolognese Bonazza, così come le statue raffiguranti personaggi bucolici disseminate nel Parco a Nord della Villa.
Il Corpo centrale della Villa (tipico impianto veneziano) la barchessa, la Scuderia, risalgono ai primi del 1700, mentre le due ali laterali della Villa, gli immensi granai, e le case coloniche furono costruite dai miei bisnonni Casalicchio nel 1850.

La Tenuta passò dagli Zen ai Marchesi Guiccioli, e quindi ai Casalicchio Avanzo. Romantica e tempestosa è l'appassionante storia di amore tra la giovanissima Teresa Gamba (sposa di Alessandro Guiccioli) e il poeta inglese Lord Byron. Il marito di Teresa, irritato dalla storia d'amore con il poeta, mandò la giovane sposa in ritiro a Ca' Zen.... allora definito "luogo triste e malarico" nella speranza che l'indomita Teresa, lontana dalla brillante e frivola Venezia, rinsavisse... eppure l'amore non ha barriere, e il poeta venne a trovare Teresa a Ca' Zen, scrivendo dalla balaustra del primo piano della Villa, alcune delle sue rime più belle.....

"Stanzas to Po"
Fiume che scorri presso le antiche mura, dove dimora la donna del mio cuore.....

Ca' Zen passo' poi ai Casalicchio Avanzo, agricoltori e bonificatori...
L'attuale proprietaria, Elaine Avanzo Westropp Bennett è originaria dell'Irlanda del Sud. Venne in Italia negli anni '60 e incontrò il Cavaliere Pericle Avanzo, li accomunava l'amore per la campagna, e per i cavalli. Elaine si trasferì in Polesine, e non lo lasciò pù.

Sua fu l'idea di aprire questa grande casa di campagna ad ospiti italiani e stranieri desiderosi di conoscere un angolo di Italia ancor poco noto e bellissimo. Sua fu l'idea di rendere sostenibile questa Villa Veneta definita "minore" (non per le dimensioni purtroppo!) aprendola ad eventi, concerti, occasioni speciali. Quale modo più bello e autentico di condividere il patrimonio rurale del nostro straordinario Bel Paese!

A partire dal 2004 Paolo e Maria Adelaide hanno iniziato il restauro dei fabbricati della corte.... progetto tanto appassionante quanto impegnativo sotto il profilo di profusione di energie sia economiche che personali! Il recupero ha investito entrambe le ali della Villa Padronale, uno degli annessi rustici, la barchessa.... molto è ancora il lavoro da fare!

Nell'ala est ed ovest della Villa sono state ricavate camere doppie.Affascinanti e autentiche.
Una delle barchesse è integralmente stata recuperata ed oggi costituisce un bellissima cornice per eventi.
In uno degli annessi rustici è stato ricavato un grazioso alloggio self catering per ospiti italiani e stranieri che vogliono effettuare nel Delta soggiorni di una settimana o più, in campagna vicino al mare!
Inoltre nelle vecchie cantine, chiuse dal 1923 è stata creata una grande sala(che contiene fino a 120 posti a sedere) ideale per eventi, attività culturali, convegni ecc..

STUPENDA LOCATION PER LA FOTOGRAFIA
Ca' Zen è una cornice meravigliosa per servizi fotografici.

Gli interni della Villa, la immensa aia in cotto, la Cappella, le scuderie, il granaio, il parco e gli annessi rustici, la campagna circostante e il fiume alle spalle sono una cornice variegata e unica per i servizi fotografici dedicati ai ritratti, alla moda,alle spose, al paesaggio rurale.
Attualmente si sta ripulendo l'antico magazzino con i suoi granai immensi da dedicare a servizi fotografici al primo piano, e a museo della civiltà contadina al piano terra.